Negli ultimi anni i Bitcoin sono stati sicuramente dei veri e propri protagonisti di vari investimenti. Ma esattamente cosa si intende quando si parla di Bitcoin? Questi ultimi corrispondono precisamente a una valuta criptata e presente unicamente all’interno di una rete online virtuale, realizzata e sviluppata da un insieme di programmatori conosciuti dal pubblico mediante lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto.

Per quanto concerne la moneta Bitcoin, dal punto di vista commerciale di scambio si può utilizzare come una qualunque altra valuta. Pertanto un Bitcoin equivale a una moneta elettronica progettata per acquistare degli oggetti reali. Recentemente è stato riconosciuto come valuta in California, ed è utilizzata a livello mondiale per effettuare scambi tra i privati da un computer all’altro.

Inoltre considerate che non c’è alcun istituto bancario o autorità che hanno la capacità di poter influenzare il valore di un Bitcoin, ma si basa prettamente sulle norme della domanda e della relativa offerta.

In ciò i Bitcoin si diversificano dalla moneta reale, in quanto la loro presenza fisica è gestita e tenuta sotto controllo da un’autorità che può modificare il valore. Il grande beneficio del Bitcoin è quello di svolgere delle transazioni in una maniera totalmente sicura e rapida in tutto il mondo. Tutto ciò senza aver bisogno di intermediari oppure di costi di gestione. Per ulteriori informazioni sul mondo Bitcoin criptovlute, potete consultare il sito www.prestitoveloce.org/

Come acquistare e spendere Bitcoin

Per poter spendere i propri Bitcoin è indispensabile avere un Conto Bitcoin.

Per l’esattezza esistono due tipologie di conti che vi danno la possibilità di avere sia la valuta fiat, per esempio in euro, sia quella in BTC: i conti con conversione diretta e i conti con conversione all’uso.

I conti con conversione diretta vi consentono di svolgere la conversione dei Bitcoin in euro, subito dopo che vengono accreditati sul conto.

Mentre i conti con conversione all’uso vi danno l’opportunità di poter mantenere il duplice saldo, procedendo alla conversione automatica proprio nel momento in cui stabilite di fare la spesa.

Ma come si fa ad aprire un conto Bitcoin? Successivamente troverete tutte le informazioni riguardanti l’intero procedimento, in maniera tale da compiere i passi giusti per realizzare l’apertura del conto in questione.

In che modo si può aprire un conto Bitcoin

Il primo aspetto da considerare è che una delle peculiarità del conto Bitcoin è l’anonimato, corrispondente all’idea primaria dell’ideatore del Bitcoin, Nakatomoto.

In questo caso, però, è importante tener presente che con tale metodo avrete una limitazione alle vostre spese, visto che potrete utilizzare al massimo 2.500 euro all’anno.

Avete necessità di superare questa cifra? Allora dovrete verificare la vostra identità con l’invio di un documento personale, oltre all’estratto conto oppure tramite una bolletta.

L’apertura del conto Bitcoin in tre passaggi

Attualmente questo genere di procedura risulta essere molto semplice e rapida, rispetto a vari anni fa, quando trovare delle criptovalute era un’operazione molto complessa e non facile da portare al termine.

Adesso seguendo tre fasi di estrema facilità potrete raggiungere il vostro intento senza alcuna difficoltà.

Il primo passo da effettuare è quello inerente la scelta della piattaforma migliore, tra quelle maggiormente apprezzate e che possa offrire determinati strumenti di grande necessità per le vostre attività finanziarie. Il secondo, provvedere a finanziare il conto Bitcoin, andando a selezionare la forma di pagamento che preferite. Infine bisognerà caricare il conto Bitcoin con BTC.

Quali sono i costi per aprire il conto Bitcoin

Generalmente e come molti conti che sono disponibili oggigiorno, anche il conto Bitcoin si basa su dei costi di commissione utili per il servizio che offre.

Successivamente troverete una lista apposita, riguardante appunto i costi da sostenere per poter usufruire dei servizi offerti. Come prima cosa ci sono le spese per l’invio della carta, poi i costi di conversione e di prelievo. Oltre questi, sono presenti pure i costi conversione valutaria e i costi di abbonamento.

Tali spese potrebbero avere delle modifiche, a seconda del prestatore di servizio scelto e dalla precisa offerta giusta per voi.

Le spese dell’invio della carta fondamentalmente sono dovute dal fatto che chi eroga i servizi, dispone di una sede all’estero. Quindi ci sono determinati costi di spedizione correlati all’invio della carta.

I costi della conversione possono oscillare da una percentuale corrispondente allo 0.5% fino al 2%, corrispondenti al margine del guadagno del prestatore di servizi che consente tale conversione.

I costi del prelievo servono per assicurare il prelievo direttamente sul circuito ATM e, solitamente, equivale a una percentuale del 2%.

Siete intenzionati a spendere i vostri soldi all’estero? In questo caso dovrete prevedere pure un eventuale costo di conversione di valuta.

Un suggerimento di notevole efficacia è quello di tenere sempre sotto controllo il sito ufficiale del prestatore di servizi, per non perdere eventuali offerte utili per ottenere benefici e risparmi sui costi del conto.

Quali sono i vantaggi del conto Bitcoin

Il lato positivo maggiore è quello di poter disporre di un duplice saldo in Bitcoin e in euro. Con questa tipologia di conto potrete depositare i vostri Bitcoin, aspettando poi la verifica da parte della Blockchain che di solito ci impiega una mezz’oretta per approvare. Così da poter svolgere comodamente il vostro pagamento.

L’intento primario è sempre quello di semplificare ogni transazione in modo sicuro, così da mettere l’utente nella condizione di poter ottenere un servizio migliore.

Cosa bisogna valutare per aprire un conto Bitcoin

È fondamentale studiare bene tutte le informazioni correlate a questo tipo di apertura, in maniera tale da evitare di sbagliare dei procedimenti.

Quindi per svolgere le funzioni finanziarie nel modo migliore, bisogna valutare bene ogni aspetto.

Come prima cosa è fondamentale scegliere un livello di protezione adeguato, così da diminuire i rischi di incorrere in sgradevoli truffe.

Poi si deve fare una valutazione sui metodi di pagamento, scegliendo il vostro Broker basandovi proprio sui metodi di pagamento offerti e maggiormente idonei alle tue esigenze.

Infine la gestione sullo smartphone è ugualmente importante. È essenziale sfruttare le potenzialità attualmente disponibili, basando la scelta del Broker pure in base all’App per lo smartphone.

Potrebbe risultarvi molto utile avere il vostro conto Bitcoin ovunque siate.

Di Danila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.